Uno sguardo al 2015 per progettare il 2016

L’anno che si è appena concluso è stato molto impegnativo e molto ricco di soddisfazioni. Tanti sono i traguardi raggiunti ma ancora di più le attività avviate.

I Servizi

La “Casa delle Ragazze”, avviata come progetto sperimentale nel giugno 2014, è diventata un Servizio pienamente operativo da gennaio 2015 e si è sempre più consolidata e integrata con gli altri Servizi del Villaggio.

Il “Centro di SOStegno” ha visto nel corso dell’anno un notevole aumento delle sue attività, sia da parte dei nostri educatori che di operatori del Comune di Saronno. Gli incontri protetti in spazio neutro che vi si svolgono sono uno strumento importante per riannodare i fili della relazione tra i bambini e le loro famiglie, un lavoro delicatissimo che trova nel Centro SOS il luogo ideale per svolgersi.

Ad ottobre abbiamo riaperto all’interno del Villaggio una Casa SOS e così abbiamo potuto accogliere altri bambini.

Con grandissima soddisfazione possiamo dire che tutte le case del Villaggio sono quindi occupate e a pieno regime!

Ad oggi, i bambini, ragazzi e giovani seguiti nei diversi Servizi sono 55 e il Villaggio conta quasi 30 dipendenti: in un momento in cui il mondo del lavoro è ancora in forte difficoltà, il dare occupazione a così tante persone è anch’esso un risultato importante.

SOS Lavoro e Semplice Terra

Grazie ai contributi di Fondazione Auchan e MAW abbiamo potuto attivare nel corso dell’anno diversi tirocini lavorativi per i nostri ragazzi. Sono state importanti occasioni di crescita, che in alcuni casi hanno anche avuto il risultato concreto di trasformarsi in assunzioni.

In particolare è stata molto proficua la collaborazione con l’Associazione Semplice Terra, di cui il Villaggio SOS è socio. In dicembre è stata avviata la “Bottega Contadina” e uno dei nostri ragazzi ha iniziato un tirocinio lavorativo in negozio.

E nel 2016…

Al Villaggio non ci fermiamo mai e abbiamo grandi progetti per il 2016!

Il Progetto “SOS Lavoro”, che si è rivelato uno strumento utile, proseguirà anche quest’anno e abbiamo sempre bisogno di aziende disponibili a offrire occupazioni e/o tirocini per i nostri ragazzi. Entro aprile avvieremo una piccola “ciclofficina” all’interno del Villaggio: allestita grazie al contributo di Novartis, sarà uno spazio in cui i nostri ragazzi potranno acquisire competenze che potranno essere utili per la ricerca di un’occupazione.

Per rispondere alle tante nuove situazioni di difficoltà che coinvolgono i bambini e le loro famiglie, vorremmo ristrutturare la casa che attualmente ospita il “Centro di SOStegno” dividendola in due parti: in quella principale continueranno le normali attività del Centro; nell’altra ricaveremo un piccolo appartamento da utilizzare come spazio per progetti di accoglienza temporanea.

Le ristrutturazioni coinvolgeranno probabilmente anche gli altri edifici del Villaggio che, a vent’anni dalla costruzione, necessitano di importanti interventi. Nell’arco di due-tre anni vorremmo gradualmente ristrutturare i servizi igienici più vecchi e rinnovare gli arredamenti delle camerette, per offrire ai bambini e ragazzi un ambiente accogliente. Accanto a questi che sono i lavori più consistenti, se ne affiancheranno altri più mirati che serviranno a rimettere in efficienza altri locali.

 

Grazie di cuore a tutti coloro che hanno reso possibile e che rendono possibile giorno per giorno tutto questo!

                                                                                                                                                                Paolo